Da Vedere a Ferrara

La città di Ferrara vanta una lunga e gloriosa storia, in parte visibile nel suo Duomo, frutto di una straordinaria combinazione di stili. I lavori di costruzione della Cattedrale di San Giorgio sono verosimilmente stati intrapresi nel 1135, data impressa in un'iscrizione visibile sulla Chiesa, in stile romanico nella parte inferiore e con particolari gotici in quella superiore.

La maestosa facciata romanica è, infatti, arricchita da molti particolari in stile gotico e fra le opere di maggior pregio citiamo il Giudizio Universale che riveste una posizione da protagonista sopra la loggia centrale. Sempre soffermandoci sugli esterni della Chiesa maggiore di Ferrara possiamo ammirare un incantevole, seppure incompiuto, campanile in delicato marmo rosa e bianco risalente al Rinascimento ed attribuito a Leon Battista Alberti, a lungo ospite della corte degli Estensi.

Entrando nella Cattedrale di Ferrara restiamo colpiti dalla ricchezza delle navate in stile barocco e dalle opere d'arte contenute nelle cappelle dove troviamo affreschi di grandi artisti, fra i quali il Guercino, nato nel comune ferrarese di Cento.

Dal sacro della Cattedrale al profano del Castello, altro punto di riferimento dei ferraresi fin dal lontano 1385, anno della sua costruzione per iniziativa di Niccolò II d'Este che venne indotto da una rivolta del popolo a predisporre un fortino tanto sicuro nelle difese quanto elegante.

Torri, mura e ponti levatoi si sono, infatti, sposati in maniera sublime alla raffinatezza della corte estense, la quale ancora oggi emerge visitando le sale del Castello a pianta quadrilatera riccamente affrescate, le logge, i giardini e tutti gli altri capolavori artistici ed architettonici che possiamo osservare nel corso di una visita mentre passeggiamo per le cucine, le torri e le sale reali.